Come rendere più sostenibili i tuoi capi di abbigliamento

Se anche tu come tantissime altre persone, ti stai chiedendo come puoi esser più sostenibile nella vita di tutti i giorni, inizia dal tuo guardaroba, ecco alcuni preziosi e utilissimi consigli che ti aiutano a rendere i tuoi capi di abbigliamento più sostenibili e meno impattanti per il pianeta.

Indossarlo il più a lungo possibile

Per poter dire che il tuo maglione è un prodotto sostenibile, dovrebbe esser indossato almeno 30 volte. Non è uno scherzo: ogni volta che stai per comprare un capo di abbigliamento, dovresti domandarti quante volte hai intenzione di indossarlo. Un prodotto riduce la sua impronta se viene usato il più a lungo possibile. Secondo alcuni calcoli, 30 volte è il minimo di volte in cui viene indossato un capo che giustifica e annulla la sua impronta.

Va da se quindi che per indossare un capo di abbigliamento il più a lungo possibile, è evidente che deve rispettare alcune caratteristiche. Ad esempio, dovrà avere uno stile senza tempo per esser portato per più stagioni. Se, invece, è un capo molto estroso, è facile che passi di moda e non venga più indossato. Un’altra accortezza è quello di scegliere un prodotto realizzato in un certo modo. I materiali devono esser di qualità e duraturi.

Renderlo di seconda mano

Un altro modo per avere un guardaroba più sostenibile è quello di fare shopping al mercatino usato Roma. è una soluzione che sta piacendo a sempre più persone. I motivi sono tanti, tra cui domandarsi se ha qualche senso spendere tanto per un capo di abbigliamento che si mette in tempo di una stagione. Dare una seconda vita a un capo dì abbigliamento consente di riuscire a essere indossato 30 volte, pareggiando le sue emissioni.

Inoltre, tieni presente che quando vai in un mercatino usato Roma hai anche la possibilità di risparmiare, cioè fare shopping spendendo davvero poco. Un capo di abbigliamento vintage ha anche il vantaggio di essere molto di moda, grazie a una crescente ricerca di capi del passato.

Mobili da giardino in plastica: tutti i motivi per sceglierli

Quando arriva il momento di arredare il giardino, esistono diversi materiali con cui si realizzano i mobili da giardino Roma tra cui scegliere. Tra i tanti, la plastica è una delle scelte migliori che si possa fare perché rende gli arredi per gli esterni duraturi, resistenti e anche belli da vedere. Ecco allora quali sono i motivi per cui oggi sempre più persone scelgono mobili e arredi in plastica per rendere ancora più confortevoli gli spazi esterni.

Non temono le intemperie

Uno dei principali vantaggi nello scegliere i mobili da giardino Roma realizzati in plastica riguarda il fatto che non si rovinano per colpa delle intemperie, come capita invece a quelli realizzati in legno oppure in metallo. Il legno, infatti, si spacca mente i secondi producono della ruggine. Anche se inizia a piovere o c’è umidità, neve e ghiaccio, i mobili realizzati in plastica possono restare dove sono senza doversi preoccupare.

Sono duraturi

Inoltre, tutti gli arredi per esterno realizzati in plastica hanno il vantaggio di essere duraturi nel corso del tempo. Proprio perché non temono le intemperie, possono durare anni e anni senza doverli sostituire periodicamente, come invece capita ai mobili realizzati con altri materiali meno performanti.

Un’estetica migliorata

Tante persone ancora oggi hanno delle resistenze in merito ai mobili da giardino Roma perché pensano che la loro estetica non sia delle migliori. In realtà non è affatto così poiché al giorno d’oggi la loro estetica è stata migliorata realizzando trame che riproducono materiali più gradevoli a iniziare dal Rattan. In pratica, con questa soluzione si ottengono i vantaggi da entrambi i materiali; da una parte l’estetica superiore del rattan e dall’altra la maggiore resistenza della plastica alle intemperie.

Sono versatili

Infine, i mobili da giardino Roma in plastica sono estremamente versatili e si possono aggiungere in diversi contesti, a prescindere dal loro stile. Sono disponibili in vari colori diversi ma vanno per la maggiore bianco e verde; il primo si abbina con tutto mentre il secondo con i colori naturali delle foglie.

Istat: un altro anno con saldo negativo con nascite che non superano i decessi

Secondo quanto registrato dalle ultime rilevazioni, in Italia la popolazione invecchia sempre più. In altre parole, l’età media della popolazione aumenta. Se da una parte gli anziani aumentano, dall’altra le culle restano vuote. Una situazione che ha ormai portato gli esperti di demografia a lanciare un allarme per il prossimo futuro.

L’Istat rileva una riduzione della natalità che ha toccato i minimi storici e un aumento dell’età della popolazione. Istituto di Statistica conferma quindi che è stato un altro anno con un saldo naturale negativo in cui il numero dei nuovi nati non supera quello dei decessi. È una situazione che denota una società poco dinamica.

Lo stato dell’arte è molto chiaro: in Italia si fanno sempre meno figli, sebbene ci siano deboli segnali di ripresa incapaci però di nutrire le speranze per un cambio di rotta. Una bassa natalità unita a una maggiore longevità, fanno sì che al società italiana abbia un’età sempre maggiore. Se da una parte mancano i nuovi nati, la buona notizia è che si vive più a lungo.

Un bambino che nasce oggi ha una speranza di vita di circa 80 per i maschi e quasi 85 per le donne. Senza distinguere tra i generi, significa che l’età media della popolazione arriva intorno a 82 anni e mezzo. Ciononostante, bisogna comunque fare dei distinguo tra le aree geografiche. Al nord va meglio poiché si registra un buon miglioramento sull’aspettativa di vita. Restano pressoché invariati i dati per il centro mentre peggiorano al sud.

Insomma, in un paese dove la popolazione invecchia, è necessario preoccuparsi di come aumentare la sicurezza di tutti gli over 65 che vivono in casa da soli. Per vivere bene e più a lungo, ci sono tante piccole attenzioni e accorgimenti da avere, tra cui anche installare il telesoccorso che è salvifico in tantissimi casi, più di quanti si possa immaginare al mondo d’oggi perché è difficile avere sempre con sé lo smartphone mentre il salvavita invece sì.

Per info e / o prenotazioni, vai su www.telesoccorsoanziani.it

Dove buttare i tovaglioli di carta: le regole del corretto riciclo

Diverse persone che si trovano a fare la raccolta differenziata, perdono davvero la testa per gestire alcuni prodotti in particolare. Non si riesce a capire dove metterli e si rischia di sbagliare. Purtroppo, ci sono diversi di questi esempi: il contenitore in tetrapak del succo di frutta, i tappi in sughero delle bottiglie, i calzini con un foro, le lampadine che non funzionano più, un piatto sbeccato e così via.

Insomma, in certi casi fare la cosa giusta non è facile. Spesso però non si tratta di un caso limite come nel caso del piatto che si è rotto scivolando dalle mani, ma è una questione più terra terra che arriva quotidianamente. È il caso dei tovaglioli di carta che alcuni li mettono nella carta, altri nell’umido e altri ancora nell’indifferenziato. È arrivato il momento di fare un po’ di chiarezza su questa tematica.

Quando buttare un tovagliolo nella carta

In genere, un tovagliolo può essere gettato nella raccolta della carta se è asciutto e piuttosto pulito. Meglio però accertarsi di poterlo fare seguendo quanto indicato sulla confezione. In genere, dovrebbe esserci scritto sulla confezione dove va gettato, cioè se è un prodotto riciclabile.

Quando gettare il tovagliolino nell’umido

È altresì possibile smaltire un tovagliolo di carta nel bidone dell’umido. Per un corretto smaltimento rifiuti Roma, è bene sapere che quando un tovagliolo di carta 100%, cioè senza altri materiali al suo interno, è sporco di residui di cibo, bagnato o molto usato, può essere messo nel bidone dell’umido assieme agli altri scarti alimentari. Se il tovagliolo è unto perché è stato usato per assorbire l’olio di troppo di cotolette o simili, può sempre essere messo nello stesso bidone.

Quando mettere il tovagliolo nell’indifferenziato

Come già accennato prima, a volte un tovagliolo non è fatto solo di carta. Infatti, può avere al suo interno della parti in plastica e simili per renderlo più assorbente o anti strappo. In questi casi, il tovagliolo va smaltito nell’indifferenziata cioè nel bidone del secco.

 

Servizio di ambulanza privata: una soluzione per tutte le emergenze

Se si desidera affidabilità, sicurezza e professionalità nel trasporto infermi intra ed extraospedaliero, organi e sangue da una struttura ospedaliera all’altra, allora www.ambulanzaprivataroma.it è la soluzione giusta. L’azienda offre un servizio di altissima qualità ed è in grado di rispondere a tutte le esigenze del paziente nella più completa tranquillità. La squadra è composta esclusivamente da mezzi moderni, attrezzati con le migliori tecnologie e dotati di apparecchiature mediche avanzate per monitorare lo stato di salute del paziente durante il trasporto. Il personale medico specializzato garantisce sempre assistenza qualificata durante tutto il tragitto. Inoltre, l’azienda dispone anche di ambulanze per interventi d’emergenza h24, pronte a soccorrere in ogni momento qualsiasi situazione critica che richieda l’intervento immediato di un medico e di un’equipe.

 

Vantaggi di scegliere Ambulanza Privata Roma

 

L’azienda menzionata offre numerosi vantaggi ai pazienti, alle famiglie e agli ospedali che devono affrontare emergenze mediche complesse. Il servizio di trasporto è disponibile 24 ore su 24, 365 giorni l’anno e fornisce una soluzione sicura ed efficace per trasportare pazienti malati, feriti o in situazioni critiche sia all’interno che tra strutture sanitarie diverse. Inoltre, le ambulanze sono dotate delle più recenti attrezzature mediche per assicurare la massima assistenza medica a bordo durante il trasporto e possono essere utilizzate anche per il trasporto di anziani e disabili tra strutture ospedaliere. La prenotazione del servizio è semplice e veloce tramite il sito web e può essere effettuata direttamente da computer tablet o smartphone in qualsiasi momento della giornata.

 

Professionalità dello Staff Medico

 

Al fine di assicurare la massima qualità dei servizi offerti dal nostro servizio di trasporto sanitario, tutti i membri del personale medico e infermieristico devono essere qualificati, preparati e all’avanguardia nella loro professione. Tutti i medici e gli infermieri devono avere un’adeguata formazione specifica in ambito sanitario per poter eseguire le procedure richieste con competenza e abilità. Oltre alla conoscenza tecnica, è anche necessario che il personale sia in grado di svolgere le mansioni richieste in modo compassionevole ed empatico con una forte motivazione al lavoro per garantire la massima assistenza possibile a coloro che ne hanno bisogno. Con questo servizio, si può contare su trasferimenti veloci e sicuri al domicilio o in altri luoghi del territorio nazionale. Inoltre, si offre assistenza medica durante tutto il viaggio se desiderato

Faccende di casa e pulizie domestiche: cosa fare al cambio stagione

Oltre alle faccende quotidiane, bisogna preoccuparsi di operazioni di pulizia più ingenti che molti trascurano. Ecco quindi quali sono secondo una valida impresa di pulizie Roma le faccende di casa da svolgere soprattutto al cambio stagione onde evitare di avere un accumulo eccessivo di sporco nei vari ambienti domestici.

Pulire la libreria

Tra le tante faccende di casa che si tende a ignorare ma bisogna ricordarsi per forza durante il cambio stagione, c’è la pulizia della libreria. Sui libri e sui vari scaffali è normale che si depositi un fitto strato di polvere che, forse non tutti sanno, è formato soprattutto da residui di pelle, peli, capelli, polline, fibre tessili che si depositano dappertutto. Alcuni hanno delle aspirapolveri con accessori pensati anche per questo genere di lavori: meglio approfittarne!

Spolverare le piante

Tantissime persone giustamente tengono in casa delle piante da appartamento ma si dimenticano puntualmente di pulirle. Anche le piante devono essere pulite poiché sulle verdi foglie si deposita uno strato che può impedire la loro respirazione. Un piumino acchiappa polvere andrebbe passato periodicamente come fa una valida impresa di pulizie Roma.

Lavare i davanzali

Tantissime persone e sono solite preoccuparsi della pulizia dei vetri ma spesso ignorano la parte del davanzale, in particolare quella esterna. Quando arriva il momento del cambio di stagione bisogna pulire per bene anche l’esterno per poter eliminare tutti i residui che si sono depositati nel corso del tempo. Infatti, il tempo ma anche la pioggia fanno depositare uno strato formato da terra, polline, sabbia, cenere e simili.

Pulire i termosifoni

Soprattutto in dirittura della stagione più fredda dell’anno, vale la pena spolverare i termosifoni per rimuovere lo strato di polvere che si trova depositato sopra. È un’operazione importante è che non va mai sottovalutata perché consente di ottimizzare la funzionalità del sistema di riscaldamento. Può sembrare una cosa da poco ma in realtà un sottile strato di polvere limita molto la capacità di diffondere il calore nell’ambiente.

Citycar: a chi conviene un’automobile del segmento A

Nel momento in cui si cerca un’automobile, nuova o usata che sia, è necessario prendere in considerazione quali sono le reali esigenze, stile di guida e di vita. Oggi vediamo quando la risposta si concretizza in una citycar, cioè automobili del segmento A.

Ottima per chi si sposta in città

Proprio come fa intendere il suo nome, una citycar è l’automobile perfetta per al città. È una vettura che risulta perfetta perché ha volumi ridotti che la rendono agile e scattante. In altre parole, è perfetta per destreggiarsi in mezzo al caotico traffico cittadino. Le sue dimensioni, la rendono facile da guidare ma soprattutto da parcheggiare anche negli spazi più piccoli, proprio come quelli che si trovano in centro città. se una persona si sposta principalmente in città, ecco che la citycar è la risposta migliore che ci sia.

Perfetta per chi i neopatentati

Rispetto ad altre vetture, le automobili del segmento A hanno una potenza bassa perciò possono esser guidate anche dai neopatentati che hanno delle restrizioni in questi termini. Inoltre, essendo facile da guidare, anche i meno esperti si trovano subito bene senza andare nel panico. La guida è fluida e intuitiva, perfetta per spostarsi in città dove tra semafori e incroci, frenate e ripartenze sono frequenti. Chi dovesse avere un figlio che sta facendo la patente o l’ha appena fatta, meglio che scelga quindi una citycar.

Utile per tenere i consumi ridotti

Infine, uno dei principali vantaggi delle citycar riguarda sicuramente i consumi ridotti. Sono le automobili che rispetto alle altre vetture garantiscono i consumi più ridotti in assoluto. Nessuno ovviamente vuole spendere tanto per fare rifornimento, ma chi vuole tenere i consumi al minimo poiché usa l’auto poco e per piccoli spostamenti cittadini, dovrebbe preferire un veicolo del segmento A.

Dopo aver capito quando vale la pena preferire una citycar, passiamo a capire come avere la cifra necessaria per l’acquisto. Spesso la cessione del quinto Milano è la risposta che molti stavano cercando, un tipo di prestito molto vantaggioso.

Mai lasciare la chiave inserita nella serratura: ne va della sicurezza di casa

Oggi abbiamo preparato un utile approfondimento che parla di un aspetto molto importante della sicurezza domestica. Diverse persone in precedenza si sono domandati se sia meglio tenere la chiave inserita nella serratura oppure toglierla per aumentare la sicurezza di casa. È una questione piuttosto di battuta perciò è meglio fare il punto finalmente una risposta chiara e univoca a questo interrogativo.

Chiavi inserite o no?

Molte persone quando non sono in casa oppure se ne vanno a dormire, tendono a lasciare la chiave inserita nella serratura. Dopo essersi assicurati che la porta sia ben chiusa, lasciando la chiave lì dov’è. Per alcuni è una semplice abitudine o dimenticanza, mentre altri sono convinti che così facendo la porta sia più difficile da scassinare. In realtà, è esattamente il contrario che si dovrebbe fare. Infatti, se la chiave resta nella toppa, è sufficiente un piccolo attrezzo come una pinza inserita dall’esterno per far scattare la serratura e introdursi in casa. Prima di andare a dormire o quando si è all’interno dell’abitazione, le chiavi dovrebbero quindi sempre essere tolta onde evitare ogni genere di rischio.

Nel momento in cui si vuole aumentare la sicurezza domestica, vale la pena prendere in considerazione il cambio serratura a Roma per aggiornarla e avere la certezza meglio che ci sia sul mercato cioè che impedisce ogni tentativo di scasso. Purtroppo, bisogna capire che nessuna serratura è sicura perché con gli strumenti giusti e il tempo può essere aperta. Ovviamente, la differenza sta proprio nella sofisticatezza della serratura che richiede più o meno tempo per essere aperta.

Occhio alle finestre

Dopo essersi preoccupati di della porta di ingresso, bisogna prestare maggiore attenzione anche alle finestre che in genere sono preferite dai ladri e degli scassinatori per introdursi nel perimetro domestico. Un errore comune è quello di lasciarle aperte e socchiuse lascia lo spazio ai ladri per introdurre gli strumenti. Inoltre, quando le finestre sono facilmente raggiungibili dal livello della strada, vale la pena prendere in considerazione le inferiate che devono essere incrociate altrimenti possono essere allargate per entrare.

SEO: che cosa vuol dire e come si fa

Negli ultimi tempi quando si parla di marketing è molto facile sentire anche parlare di SEO ma non tutti sanno esattamente di che cosa si tratta perciò abbiamo pensato di approfondire meglio questo interessante argomento per fare promozione aziendale al giorno d’oggi.

Che cosa vuol dire SEO

Con la sigla SEO si indicano l’attività di Search Engine Optimization che tradotto significa ottimizzazione dei motori di ricerca. Si fa quindi riferimento a tutte quelle azioni intraprese per migliorare il posizionamento dei siti Internet Roma. È l’insieme di tutte quelle attività e strategie di web marketing volte a indicizzare meglio i contenuti del sito web. Lo scopo di questa attività è quello di visualizzare al meglio il sito Internet all’interno del motore di ricerca. Infatti, se un sito web non viene visualizzato nella prima pagina, equivale all’oblio. Bisogna quindi mettere in atto attività strategiche per farsi che risalga l’indice e il posizionamento nel momento in cui un utente cerca proprio quello offerto dal sito web.

In pratica, un utente qualsiasi per accedere al vastissimo ma mondo di Internet utilizza un motore di ricerca, di solito è Google. Nella barra di ricerca inserisce alcune parole per trovare quello di cui ha bisogno. Il motore visualizza poi una lista di siti che rispondono ai suoi criteri di ricerca. L’obiettivo della SEO è proprio quello di far arrivare il sito web più possibile tra i primi risultati.

Come ottimizzare la SEO

Ci sono diverse strategie che si possono utilizzare per migliorare il posizionamento dei siti Internet a Roma sui motori di ricerca. Queste particolari strategie vengono strutturate al fine di promuovere e fare marketing aziendale per perseguire i vari obiettivi.al giorno d’oggi il sito Internet è uno dei principali canali che permette di intercettare e interagire con il pubblico perciò occorre strutturare l’attività in maniera attenta e intelligente. Tra i vari modi per farlo occorre ricordare che il sito Internet deve sempre essere aggiornato con dei contenuti studiati appositamente per rispondere alle regole dei motori di ricerca.

Parquet in legno: perché resta ancora il preferito

Quando si è alle prese con la ristrutturazione edilizia o la realizzazione di una casa da zero, è indispensabile andare a vedere quali sono le diverse modalità per posare il pavimento e ricoprire la superficie.al giorno d’oggi esistono davvero diverse tipologie di pavimento che possono essere utilizzate per rivestire lo spazio ma tra i preferiti in assoluto resta ancora il parquet in legno naturale. Andiamo a vedere quali sono i motivi per cui ancora oggi va per la maggiore questa soluzione sebbene siano presente altre tipologie come il pavimento vinilico o il gres porcellanato in grado di riprodurre l’effetto legno.

Il solo naturale

Rispetto ad altri tipi di pavimenti, quello in legno è tra i pochi ad essere naturale. Gli altri prodotti per la pavimentazione vengono stampati artificialmente per riprodurre il disegno del legno. Solo il legno naturale però riesce ad essere così particolare grazie proprio al fatto che è naturale. È impossibile riprodurre in modo artificiale tutte le varianti di colore, sfumatura, nodi e venature il legno naturale può vantare.

Calore e accoglienza

Proprio per il fatto che il parquet Roma è naturale, risulta anche l’unico in grado di rendere un ambiente particolarmente caloroso. Posando un pavimento naturale in legno la stanza risulta subito più accogliente. La naturalezza del parquet in doghe riesce a dare più personalità anche al più anonimo degli ambienti domestici che cambia subito faccia da così a così.

Duraturo e resistente

Un’altra delle ragioni per cui il parquet Roma in legno risulta essere il preferito riguarda il fatto che è duraturo e resistente. Infatti, si tratta di una delle pavimentazioni e destinate a durare di più nell’ambito domestico. Questo significa che una volta posato, non bisogna più preoccuparsi per minimo una trentina di anni. È sicuramente vero che Soffre un po’ l’esposizione all’ossigeno e richiede qualche accortezza in più in fase di pulizia, ma è resistente al calpestio e ai graffi senza rovinarsi. Infine, è bene sapere che è possibile ravvivarlo e dargli nuova vita grazie a operazione come la lamatura.