I sistemi di fissaggi dei i seggioli auto: quali sono

Sono principalmente due i sistemi che esistono per fissare un seggiolino per bambini al sedile dell’automobile. Uno è il classico sempre utilizzato cioè la cintura di sicurezza dell’automobile, l’altro è il nuovo sistema Isofix che prevede degli agganci predisporti in automobile.

Vediamo questi diversi sistemi a conforto per capire quale tutti i punti di forza e debolezza delle due alternative.

Con le cinture di sicurezza: il metodo più classico

Un primo modo di agganciare il seggiolino per auto al sedile è utilizzare le cinture di sicurezza. Infatti. Per fissare il seggiolino e garantire la sicurezza del bambino durante il tragitto, basta usare la cintura di sicurezza. La maggior parte dei modelli ha un passa cintura in cui inserirla per ancorare bene il supporto. Chi ha un’automobile un po’ datata senza i sistemi isofix, deve per forza orientarsi verso seggiolini per auto che si possa collegare senza gli agganci omologati isofix.

Il sistema che utilizza la cintura è valido, ma resta un po’ superato. La sicurezza del bambino è garantita ma non così tanto come l’altro sistema. Nonostante ciò, i seggiolini che si collegano con la cintura hanno un costo un po’ inferiore quindi si riesce a risparmiare leggermente. In passato si utilizzava sempre e solo la cintura di sicurezza dato che non esiste altro metodo, ma poi il seggiolino si è evoluto e si è trovato un altro modo per incrementare la sicurezza dei più piccoli a bordo.

Il sistema Isofix: l’innovazione

Oggi tutte le automobili prodotte hanno già incluso il sistema di fissaggio dei seggiolini per auto omologati. Ogni seggiolino per bambini che vuole il sistema Isofix si può mettere in automobile senza problemi di compatibilità, non serve infatti controllare che il seggiolino che vuole gli agganci Isofix vada bene per l’automobile o meno. È un sistema universale che permette di collegare il seggiolino in modo facile, garantendo un alto livello di sicurezza.

Il sistema isofix è il più sicuro che ci sia perché aggancia saldamente il seggiolino al sedile. La maggior parte dei modelli hanno anche un particolare piede di sostegno che impedisce al seggiolino di ribaltarsi in caso di incidenti, collisioni, tamponamenti etc. È la soluzione oggi migliore che ci sia per evitare brutte conseguenze anche di un semplice tamponamento nel tragitto tra casa e scuola, per esempio.

Aggiaccare il seggiolino con il sistema isofix è piuttosto facile e veloce, per nulla macchinoso. In tale modo si assicura il bambino al sedile: la sicurezza che si ottiene è la più alta in assoluto. La maggior parte dei seggiolini oggi in vendita oggi vogliono il sistema isofix per agganciarsi alle automobili, ma hanno un costo leggermente superiore a quelli basic che utilizzano solo la cintura di sicurezza. Il prezzo comunque non dipende solo dal sistema di fissaggio, ma piuttosto dal gruppo poiché un prodotto multi gruppo che va bene per diverse fascia di peso e altezza costa ovviamente di più.

I doppiatori più famosi al mondo

Il doppiaggio, chiamato anche Language Replacement, viene fatto da doppiatori professionisti e la traccia audio del video originale viene mixata con le registrazioni in lingua alternativa del dialogo.  La scelta della parola da sostituire all’originale è estremamente importante in quanto il video tradotto deve essere sincronizzato con il movimento delle labbra degli attori sullo schermo. 

Un doppiaggio ben realizzato è impercettibile per lo spettatore, in quanto è veramente una registrazione vocale che garantisce una vera sincronizzazione delle labbra – facendo sembrare che l’attore originale parli il suo dialogo nella lingua di arrivo. Ma oltre a questo quanto porta al botteghino del film la giusta voce del doppiatore, quella che calza come un guanto al viso e all’aspetto dell’attore. Una voce sbagliata può decretare il flop di un film ben realizzato.

L’ Italia ha una grande storia di doppiaggio, vuoi perché non siamo molto amanti dei sottotitoli necessari a chi non parla l’inglese, ma anche perché alcune voci sembrerebbero stonare…

Ferruccio Amendola che è stato un attore, doppiatore e direttore del doppiaggio italiano è conosciuto soprattutto per avere prestato la propria voce ad attori del calibro come: Robert De Niro,   Dustin Hoffman, Sylvester Stallone e Al Pacino in alcune interpretazioni.

Il noto attore Giancarlo Giannini ha doppiato numerosi celebri attori stranieri come Al Pacino , Jack Nicholson (il cui doppiaggio magistrale nel film Shining fu lodato dal regista del filmStanley Kubrick), ma anche Michael Douglas  Gérard Depardieu e Dustin Hoffman (nel film  Il maratoneta)

 

L’attrice doppiatrice Cristina Boraschi, laureata in Lettere Moderne si dedica prevalentemente al doppiaggio  ed è stata l’incredibile voce di attrici famose come: Julia Roberts in film come Pretty Woman, Erin Brockovich, Mangia prega ama, Ma a doppiato anche Sandra Bullock, Meg Ryan, Gwyneth Paltrow, Geena Davis,  Michelle Pfeiffer per citarne solo alcune.

https://www.imdb.com/list/ls000644259/ 

http://www.bergamopost.it/chi-e/10-grandi-doppiatori-italiani-con-relativi-incredibili-personaggi/ 

Vantaggi del Biogas

Tra le numerose fonti energetiche alternative rinnovabili non fossili, per cercare di produrre sia energia elettrica che quella termica, trova posto anche il biogas, un biocombustibile gassoso.

E’ una fonte diversa che si avvale di tutta una serie di vari tipi di gas, anche se in modo particolare di metano, ma ottenuti in una maniera singolare.

Esso si genera in assenza di ossigeno dalla fermentazione batterica dei rifiuti organici derivanti dalla decomposizione dei vegetali o da quella dei resti di animali, nonché dal loro letame e dagli scarti della lavorazione di attività umane.

Tutto il materiale viene accumulato in apposite strutture, per evitare eventuali dispersioni nell’ambiente circostante,o nei fermentatori chiusi che possono produrre ingenti quantità di biogas, che sarà trasformato in energia elettrica e termica.

I batteri che decompongono il materiale organico, producono miscele di vari tipi di gas naturali, tra cui anidrite carbonica, idrogeno molecolare e metano.

Gli impianti a biogas sono una soluzione all’avanguardia nel settore del riscaldamento e della produzione di energia, infatti il gas metano prodotto con questo sistema trova anche utilizzo nella combustione di caldaie per il riscaldamento domestico,

Il vantaggio principale per l’ambiente è che la produzione di anidrite carbonica prodotta durante la combustione è la stessa CO2 che viene assorbita dalle piante o assunta indirettamente dagli animali, inoltre il biogas va a ridurre nell’aria la quantità di gas metano, uno dei più pericolosi gas serra, derivante dalle carcasse decomposte.

In Italia questa energia alternativa è ancora in fase iniziale, al contrario dei paesi freddi del Nord Europa, dove gli impianti sono diffusi ed attivi grazie alle moderne tecnologie. L’impatto ambientale è un tema in forte crescita. Un interesse che sconfina anche nell’architettura. Vi consigliamo il sito dell’ingegner Matteo Monosi, per approfondire il tema della  bioedilizia e delle strutture in legno in Salento.

Genitori alle prime armi: un portale per fugare ogni dubbio e perplessità

State per diventare mamma e papà per la prima volta: con ogni probabilità, la gioia e l’emozione per l’arrivo del vostro piccolo faranno il pari con paure e ansie. La cattiva notizia è che nessuno avrà mai tutte le risposte di cui avete bisogno e che, nella maggior parte dei casi, saranno errori e piccoli momenti di arresto a rendervi alla fine i migliori genitori che il vostro bambino avrebbe mai potuto desiderare. Per non farvi trovare impreparati, però, per fortuna c’è www.portalebimbo.it.

Tutti i vantaggi di un portale a prova di genitori e bambini

Come si prepara la perfetta borsa per l’ospedale? Quando si tratta, davvero, di contrazioni che di lì a poco vi porteranno in sala parto e come fare a riconoscerle? O, ancora, cosa si può mangiare durante l’allattamento e cosa rischia invece di dare fastidio al piccolo? Quali sono le attività giuste per stimolare le sue capacità mese dopo mese? Domande come queste sono solo un saggio dei mille dubbi e delle mille perplessità che affollano la mente di chi sta per diventare genitore o lo ha fatto da poco. La saggezza popolare, i rimedi della nonna, il potersi confrontare con chi ci è già passato e ha certo un po’ più di esperienza possono essere molto utili a trovare le risposte. Il vantaggio dei portali dedicati a genitori e bambini, però, è il racchiudere in un solo posto tutte le informazioni di cui si può aver bisogno e renderle disponibili a portata di click. Tra una poppata e l’altra, così, potrete consultare www.portalebimbo.it alla ricerca di un video-tutorial su come utilizzare il tiralatte o i pannolini lavabili per il vostro bambino o di una ricetta per fargli mangiare le verdure, se avete già iniziato lo svezzamento e sembra proprio non volerne sapere, ma perché no anche un rimedio possibilmente casalingo per le smagliature, il sonno arretrato e via di questo passo.

Da quando siete diventati genitori, del resto, sapete bene che ogni minuto di tempo è prezioso almeno quanto lo è sapersi destreggiare tra una scatola di giocattoli da sistemare, una lezione di mini-basket da non mancare e l’ultimo cartone animato preferito da conoscere a memoria perché possiate sfoggiarlo alle feste di compleanno e in competizione con le altre mamme e gli altri papà. Avere a disposizione una guida rapida, veloce e di facile consultazione quindi non può che rendere più pratiche le vostre giornale. Non a caso siti come PortaleBimbo.it sono ottimizzati anche per il mobile e per essere navigati in piedi sui mezzi, mentre si allenano le proprie capacità di multi-tasking. Poche categorie, ma semplici ed essenziali, vi permettono facilmente di trovare quello che state cercando. Senza contare che l’aggiornamento continuo e da parte di veri professionisti, appassionati del mondo del bambino e di tutto quello che ci gira intorno, vi assicurano informazioni corrette, credibili e davvero utili per la vostra routine quotidiana. Va da sé, infine, che dietro a siti come questi c’è in genere una community affezionata e attiva con cui potrete confrontarvi rispetto a ogni dubbio che riguardi il vostro bambino.

Collezionismo on line

I negozi on line hanno inventato un mondo tutto nuovo di acquistare e vendere, dai più giovani ai meno tutti sono affascinati da questo moderno metodo facile e sicuro, liberi di poter scegliere tra un numero considerevole di articoli e felici di trovare quello che si cerca a prezzi decisamente convenienti.

Oltre alle normali operazioni on line oltre che fare buoni affari è possibile anche investire piccole cifre in articoli da collezione, vi sono numerose operazioni che permettono di acquistare a poco prezzo e poi rivendere cose che porteranno sicuri profitti in futuro.

Una scelta vincente è quella di di acquistare porcellana cinese in giada, il cui mercato è in continua ascesa essendo un prodotto molto richiesto, in particolar ha molti compratori cinesi, che a loro volta la rivendono nel loro paese.

Anche le borse d’epoca possono raggiungere delle quotazioni insperate, il nuovo ritorno al vintage ha fatto lievitare di molto il loro prezzo, spesso si trovano nei mercatini, dove molti le vendono a prezzi stracciati pur di liberarsene.

Un ottimo investimento sono i giocattoli retrò, per meglio dire quelli tipici degli anni ’50, ma anche antecedenti, molto richiesti quelli in latta come trenini o soldatini, anche se al primo posto ci sono i set di costruzioni della Lego.

Non meno apprezzati i fumetti anche quelli dei tempi nostri, basta ricordare che i primi numeri valgono e costano sempre più degli altri, senza considerare quelli con gli errori, sono delle vere e proprie rarità per i collezionisti.

E per finire non potevano mancare i filatelici ed i numismatici alla ricerca del pezzo mancante, sia i francobolli che le monete mostrano un continuo aumento del loro valore, specie se conservati in buon stato o fior di conio non obliterato.

Inoltre ti consigliamo di prestare sempre attenzione alle promozioni online, suggeriamo la guida agli acquisti per questo blackfriday: i risparmi per il blackfriday 2019, sono previsti di oltre il 70% su alcuni oggetti!

Perché studiare da privatista conviene

Conseguire il diploma da privati vista di liceo scientifico viene sotto diversi punti di vista. Sono infatti già moltissime le persone che hanno conseguito il diploma con questo partico sistema, ottenendo così tanti benefici nella propria vita. Vediamo allora perché il diploma di liceo scientifico online è la soluzione migliore che ci sia per esser formati e pronti per il mondo del lavoro, per l’università o anche per aprire un’attività commerciale. Maggiori dettagli sono su www.diplomaliceoscientifico.it

Seguire i corsi online

In metodo formativo che il diploma da privatista utilizza è quello dell’e-learning. Si tratta di un metodo del tutto rivoluzionario che sfrutta le potenzialità dei moderni sistemi di comunicazione. Oggi tutto è disponibile in rete e quindi anche i corsi per diplomarsi! Le lezioni da seguire per conseguire il diploma sono completamente online sulla piattaforma dedicata agli studenti. Basta a tediose lezioni frontali in classe; da oggi è possibile seguire il corso per il diploma comodamente online da casa, quando si vuole e come si vuole.

L’auto organizzazione dello studio

È un sistema molto più vantaggioso che premia l’auto organizzazione dello studente. Una persona che si accinge a conseguire il diploma di liceo scientifico ha anche bisogno di sviluppare una certa autonomia nello studio e nell’organizzazione. i corsi online sono gli unici che consentono agli studenti di capire come devono organizzarsi e qual è il metodo migliore per loro. Non tutti studiano e imparano nello stesso modo e alla stesa velocità: c’è chi è più comodo a afre una tirata tutta la notte e chi, invece, impara un po’ per volta, studiano un’ora al giorno. L’e-learning fornisce tutti i materiali di studio e poi sono i singoli studenti che decidono come organizzarsi le ore di studio, trovando il metodo che funziona meglio per loro. Questo è aun sistema per renderli più autonomi e consapevoli della loro istruzione, educazione e formazione. Spesso, costringendo gli studenti a un percorso organizzato, alcuni si perdono e non riescono a stare al passo, ma non perché siano stupidi ma solo perché quello non è il metodo migliore per loro.

Il conteggio degli anni già fatti

Tutti gli anni che sono già stati portati con successo a termine nelle normali scuole statali o paritarie valgono ai fii del conseguimento del diploma online. Vuol dire che gli anni passati a studiare ala scuola pubblica sono conteggiati come validi e lo studente non dovrà ricominciare da capo. È un vantaggio non da poco: a chi mancano solo degli anni al diploma, farà di certo prima con questo innovativo sistema. Chi ha frequentato passato l’anno al liceo scientifico, parte avvantaggiato. È possibile recuperare gli anni scolastici che mancano, condensandoli in uno solo. per esempio, chi ha fatto e finito il primo anno di liceo scientifico, mas poi non ha finito la seconda classe, può conseguire il diploma da privatista in un anno solo. Questo è possibile grazie al diploma che condensa 4 anni in uno solo, avendo già superato il primo annoi normale alla statale.

Cosa regalare ad un pensionato

Cosa regalare ad un pensionato

Non è sempre facile diventare pensionati . Lasciare un’attività che è stata praticata per anni, non avere più legami sociali o semplicemente annoiarsi, ma prima o poi arriva per tutti il fatidico giorno: si va in pensione! Qualcuno lo avrà sognato a lungo, solo gli innamorati del proprio lavoro, lo temono. I festeggiamenti sono un classico e sono occasioni in cui si usa fare un dono al neopensionato, ma spesso non sappiamo bene cosa regalare. Quale regalo è giusto fare in quest’occasione? Deve essere un dono importante, per cui costoso? O sarà meglio pensare a qualcosa di divertente che rallegri i futuri giorni di libertà? E soprattutto quale cifra si deve spendere?

Che sia un collega o un amico col tempo avrete conosciuto i suoi interessi, e se era sempre li a organizzare le vacanze desideroso di viaggiare, per lui essere in pensione vuol dire finalmente partire in qualsiasi momento! Il regalo può essere o un biglietto aereo (se il costo è elevato, un gruppo di amici o colleghi può dividere la spesa è un dono che esprime gratitudine) , o un viaggio organizzato alla scoperta di luoghi sconosciuti ma con la convenienza di non doveri preoccupare di nulla, godersi il pensionamento è anche questo: niente preoccupazioni. 

Per gli amanti della montagna e del trekking un bel cronografo con altimetro o una macchina fotografica digitale compatta, uno zaino da viaggio, o un comodo rasoio elettrico, saranno doni molto apprezzati.

Ecco il nuovo volto dell’informazione locale su Parma e dintorni

L’informazione locale a Parma e dintorni ha un nuovo volte ed è quello di www.ilmattinodiparma.it. Aggiornamento continuo, copertura dei più importanti fatti che riguardano la città e il suo interland, ma con uno sguardo di certo più aperto e ampio, sono infatti la promessa di quello che è solo all’apparenza l’ennesimo sito di news e informazioni locali.

Così Il Mattino di Parma racconta la città e chi la vive

Per mantenerla, questa promessa di assumere un ruolo “guida” per la comunità e il territorio parmense, Il Mattino mette in gioco tanti strumenti diversi. La cronaca, certamente: giorno dopo giorno, infatti, le sue pagine offrono uno spaccato esaustivo di tutto quello che succede in città e in provincia, sia quando questo significa seguire le vicende politiche e consiliari, sia quando invece tocca affrontare nel loro farsi (gravi) casi di cronaca o – perché no – aggiungere un tocco di rosa con il gossip che ha per protagonisti i personaggi più in vista della zona. Come ogni giornale locale che si rispetti, però, www.ilmattinodiparma.it non potrebbe mancare della politica: per chi non abbia il tempo di seguire personalmente tutto quello che avviene nei palazzi e i retroscena, i suoi dettagliati resoconti sono il modo migliore per restare aggiornati e riuscire a farsi un’idea completa di giochi e strategie politiche locali. Dall’economia al turismo, passando per la casa e il benessere, comunque, sul sito c’è una sezione adatta per davvero ogni lettore e ogni cittadino di Parma che voglia tenersi informato. Senza contare che, all’occorrenza, le sue pagine sanno trasformarsi in una vera e propria “agenda” e  in uno strumento pratico in mano ai lettori: che sia per scoprire che mostre o che eventi culturali ci sono in programma o per sapere a chi rivolgersi in caso di emergenze, la risposta è qui sempre sottomano.

Scritto da professionisti dell’informazione che vivono nella città – e, soprattutto, vivono la città – Il Mattino di Parma, insomma, ha tutte le carte in regola per diventare la fonte di informazione di fiducia e prediletta per chi ha a cuore le sorti del territorio parmense…e non solo.

Parabrezza rotto: come è potuto succedere

Non è così raro come si può pensare avere il parabrezza rotto. La causa è un sassolino alzato dalle ruote degli altri veicoli che prende velocità e poi colpisce il parabrezza. Da questa piccola crepa, parte poi il danno. Se la piccola crepa viene ignorata, è facile che a breve il parabrezza si rampa del tutto impedendo la continuazione del viaggio. Ecco quali sono le possibili cause che stanno dietro al un parabrezza spaccato.

Il freddo

Il freddo è nemico del parabrezza. Una piccola crepa si ingrandisce quando il parabrezza si irrigidisce per colpa delle temperature glaciali. Se la crepa non viene riparata subito, può capite che il parabrezza si rompe e si è costretti a chiamare il carroattrezzi Roma per i soccorsi stradali.

Una frenata brusca

Il parabrezza già scheggiato si può rompere a causa di una brusca frenata. Se la crepa non è stata riempita subito, questa continua e spacca pian piano tutto il parabrezza. Quando si fa una brusca frenata, il parabrezza può saltare del tutto e infrangersi in mille pezzi. Non è possibile continuare per diverse ragioni tra cui la limitata visibilità.

Un rallentatore preso con troppa velocità

Se si prende con troppa velocità un rallentatore, il parabrezza che ah già una scheggiatura, si spacca del tutto. Le sollecitazioni del manto stradale sconnesso come buche e simili, sono spesso la causa del parabrezza infranto che costringe a chiamare il carroattrezzi Roma per rimorchiare il veicolo e condurlo presso l’officina meccanica più vicina.

Senza alcun tipo di motivo

La crepa creata da un sassolino che ha colpito il parabrezza continua se non viene riempita subito. Il  parabrezza può saltare da un momento all’altro senza alcun tipo di causa specifica. Non è possibile utilizzare l’automobile dopo un danno di questo tipo, nemmeno per andare presso al più vicina officina meccanica. L’unico sistema per arrivarci è chiamare il carroattrezzi che presta i dovuti soccorsi. Meglio riapre subito la crepa nel parabrezza perché  sicuro che prima o poi salti del tutto, ritrovandosi in una situazione scomoda.

Le spezie della cucina indiana: quali sono

La cucina indiana è famosa per il grande uso che fa delle spezie. Ci sono diversi sapori che al ristorante indiano Milano sono esaltati grazie proprio alle spezie. Vediamo di conoscerle meglio

La curcuma. La curcuma spesso si presenta in polvere dal colore giallo intenso che diventa arancione in cottura. Si ricava da una radice nodosa, simile allo zenzero. La curcuma conferisce non solo colore ai piatti del ristorante indiano Milano ma anche un sapore più intenso. È un antinfiammatorio naturale che fa benissimo all’organismo.

Il curry. La cucina indiana spesso è a base di curry. In realtà non è una spezia vera e propria ma un mix formato da altre spezie. Per tale ragione, ci sono dei curry più gialli perché contengono più curcuma, quelli più rossi ricchi di peperoncino e anche quelli che hanno un colore più scuro perché ricchi di pepe e semi di finocchio.

Il pepe. Come accennato prima, il pepe è una spezia molto usata nella cucina indiana, soprattutto per realizzare i mix di spezie per le diverse preparazioni. Si usa principalmente il pepe nero ma anche quello verde e bianco.

Il garam masala. Un altro mix di spezi che si usa moltissimo e si ritrova in diverse ricette del ristorante indiano Milano è il garam masala. Significa letteralmente spezia calda non per il suo colore ma piuttosto per il suo forte sapore. Al suo intero ci sono pepe bianco e nero, coriandolo, cannella, chiodi di garofano, cardamomo e anche noce moscata in dosi variabili. La si può preparare anche a casa, basta avere un mortaio.

Il cumino. I semi di cumino o il cumino in polvere sono molto usati nella cucina indiana per conferire un sapor forte e speziato soprattutto ai piatti a base di carne.

Il cardamomo. Il cardamomo è una spezia che si presenta in bacche verdi con all’intero delle piccole palline nere. Ha un odore molto forte, quasi balsamico e lo si usa così per aromatizzare il riso anche cioce al vapore o anche pestato nei mix di spezie.