Cosa portare a un neonato e alla neo mamma

Ci sono delle della regole nella vita a cui attenersi,una di queste è affrontare la visita al neonato e alla neo mamma senza gaffe e nel modo più indicato alla condizione.
Non ci si deve offendere se nei primi giorni a casa le visite non sono gradite, è giusto che sia lei a scegliere quando e a che ora del giorno incontrarvi.
La puntualità in queste occasioni è sicuramente un dato da avere ben chiaro, le neo mamme sono esauste e la loro giornata post parto piena. Le neo mamme sono alle prese con un gioco di equilibrio con un esserino che riempie la loro giornata. E le loro notti…

Siate interessare ma non vi dilungate, ogni neo mamma affronta le visite a modo proprio, ma vale per tutte il limite al via vai degli ospiti. Mezz’ora sarà sufficiente per non essere considerati troppo invadenti. Non siete le uniche che sono in visita e occorre distribuire sforzi e tempi su tutti..

Importate da Usa e Australia anche da noi sono arrivate le Baby Shower, feste che precedono la nascita del neonato, ma se la festa non c’è stata questo è il momento giusto per fare un regalo al nuovo arrivato in famiglia. Il tipo di regalo dipenderà dal rapporto che hai con la mamma, di regola i regali più grandi spettano a partenti e genitori per il resto amici e conoscenti si divideranno secondo indicazioni o meno dei genitori.
Ma se hai confidenza con lei, portare un piccolo pensiero alla mamma la sorprenderà e ne sarà gratificata: una crema corpo, uno smalto, per ricordarle che siamo donne oltre che mamme la faranno sentire una regina, non solo una mamma. Per idee su cosa regalare per la nascita di un figlio consigliamo di seguire i migliori canali telegram shopping, in modo tale da essere sempre aggiornati sulle ultime tendenze ed avere tante idee originali.

Cresima o Confermazione i padrini e il loro ruolo

Il rito determinante della Cresima o Confermazione si fonda nell’unzione con il Crisma, che viene messo sulla fronte ( dove viene disegnata una croce) del cresimando dal vescovo,il quale  pronuncia le parole sacramentali: “Ricevi il sigillo dello Spirito Santo che ti è dato in dono” A questo segue un bacio di pace che fa terminare il rito, è segno “dell’avvenuta comunione” tra il vescovo e tutti i fedeli.  La Cresima è il primo sacramento a cui ci si accosta con consapevolezza.

Di solito si arriva alla Cresima tra il primo anno di scuola media inferiore e il primo di scuola superiore, dopo una preparazione che dura mediamente tra i due o i tre anni, ma che può essere celebrato anche in seguito.

In questo momento così importante della vita, sono presenti un padrino o una madrina. A ricoprire questo ruolo, non sono dei semplici accompagnatori del giovane durante il rito, ma devono rappresentare esempi di vita nella fede, una fonte a sostegno nei momenti di dubbio, e questo lo sarà per sempre.

E’ al padrino e alla madrina che spetta il compito di garantire che il cresimando nella vita si comporti da vero testimone di Cristo, per questo la loro scelta, non deve essere fatta alla leggera, solo per amicizia o parentela, come talvolta accade. 

Non tutti possono essere riconosciuti idonei alla funzione di padrino o madrina.

Bisogna essere in una situazione matrimoniale regolare:non possono fare il padrino e la madrina le persone divorziate e risposate, cosi come  coloro  che si  sono sposati solo in municipio o i conviventi.  

Un buon regalo per la cresima da parte del padrino o della madrina può essere un gioiello, anche a tema religioso. La cresima solitamente è un evento più intimo e non si fanno feste con molti invitati, ma un pensiero o un regalo per la cresima di un ragazzo anche da parte di persone non invitate al banchetto post cerimonia è sempre più che gradito.

I doppiatori più famosi al mondo

Il doppiaggio, chiamato anche Language Replacement, viene fatto da doppiatori professionisti e la traccia audio del video originale viene mixata con le registrazioni in lingua alternativa del dialogo.  La scelta della parola da sostituire all’originale è estremamente importante in quanto il video tradotto deve essere sincronizzato con il movimento delle labbra degli attori sullo schermo. 

Un doppiaggio ben realizzato è impercettibile per lo spettatore, in quanto è veramente una registrazione vocale che garantisce una vera sincronizzazione delle labbra – facendo sembrare che l’attore originale parli il suo dialogo nella lingua di arrivo. Ma oltre a questo quanto porta al botteghino del film la giusta voce del doppiatore, quella che calza come un guanto al viso e all’aspetto dell’attore. Una voce sbagliata può decretare il flop di un film ben realizzato.

L’ Italia ha una grande storia di doppiaggio, vuoi perché non siamo molto amanti dei sottotitoli necessari a chi non parla l’inglese, ma anche perché alcune voci sembrerebbero stonare…

Ferruccio Amendola che è stato un attore, doppiatore e direttore del doppiaggio italiano è conosciuto soprattutto per avere prestato la propria voce ad attori del calibro come: Robert De Niro,   Dustin Hoffman, Sylvester Stallone e Al Pacino in alcune interpretazioni.

Il noto attore Giancarlo Giannini ha doppiato numerosi celebri attori stranieri come Al Pacino , Jack Nicholson (il cui doppiaggio magistrale nel film Shining fu lodato dal regista del filmStanley Kubrick), ma anche Michael Douglas  Gérard Depardieu e Dustin Hoffman (nel film  Il maratoneta)

 

L’attrice doppiatrice Cristina Boraschi, laureata in Lettere Moderne si dedica prevalentemente al doppiaggio  ed è stata l’incredibile voce di attrici famose come: Julia Roberts in film come Pretty Woman, Erin Brockovich, Mangia prega ama, Ma a doppiato anche Sandra Bullock, Meg Ryan, Gwyneth Paltrow, Geena Davis,  Michelle Pfeiffer per citarne solo alcune.

https://www.imdb.com/list/ls000644259/ 

http://www.bergamopost.it/chi-e/10-grandi-doppiatori-italiani-con-relativi-incredibili-personaggi/ 

Vantaggi del Biogas

Tra le numerose fonti energetiche alternative rinnovabili non fossili, per cercare di produrre sia energia elettrica che quella termica, trova posto anche il biogas, un biocombustibile gassoso.

E’ una fonte diversa che si avvale di tutta una serie di vari tipi di gas, anche se in modo particolare di metano, ma ottenuti in una maniera singolare.

Esso si genera in assenza di ossigeno dalla fermentazione batterica dei rifiuti organici derivanti dalla decomposizione dei vegetali o da quella dei resti di animali, nonché dal loro letame e dagli scarti della lavorazione di attività umane.

Tutto il materiale viene accumulato in apposite strutture, per evitare eventuali dispersioni nell’ambiente circostante,o nei fermentatori chiusi che possono produrre ingenti quantità di biogas, che sarà trasformato in energia elettrica e termica.

I batteri che decompongono il materiale organico, producono miscele di vari tipi di gas naturali, tra cui anidrite carbonica, idrogeno molecolare e metano.

Gli impianti a biogas sono una soluzione all’avanguardia nel settore del riscaldamento e della produzione di energia, infatti il gas metano prodotto con questo sistema trova anche utilizzo nella combustione di caldaie per il riscaldamento domestico,

Il vantaggio principale per l’ambiente è che la produzione di anidrite carbonica prodotta durante la combustione è la stessa CO2 che viene assorbita dalle piante o assunta indirettamente dagli animali, inoltre il biogas va a ridurre nell’aria la quantità di gas metano, uno dei più pericolosi gas serra, derivante dalle carcasse decomposte.

In Italia questa energia alternativa è ancora in fase iniziale, al contrario dei paesi freddi del Nord Europa, dove gli impianti sono diffusi ed attivi grazie alle moderne tecnologie. L’impatto ambientale è un tema in forte crescita. Un interesse che sconfina anche nell’architettura. Vi consigliamo il sito dell’ingegner Matteo Monosi, per approfondire il tema della  bioedilizia e delle strutture in legno in Salento.

Collezionismo on line

I negozi on line hanno inventato un mondo tutto nuovo di acquistare e vendere, dai più giovani ai meno tutti sono affascinati da questo moderno metodo facile e sicuro, liberi di poter scegliere tra un numero considerevole di articoli e felici di trovare quello che si cerca a prezzi decisamente convenienti.

Oltre alle normali operazioni on line oltre che fare buoni affari è possibile anche investire piccole cifre in articoli da collezione, vi sono numerose operazioni che permettono di acquistare a poco prezzo e poi rivendere cose che porteranno sicuri profitti in futuro.

Una scelta vincente è quella di di acquistare porcellana cinese in giada, il cui mercato è in continua ascesa essendo un prodotto molto richiesto, in particolar ha molti compratori cinesi, che a loro volta la rivendono nel loro paese.

Anche le borse d’epoca possono raggiungere delle quotazioni insperate, il nuovo ritorno al vintage ha fatto lievitare di molto il loro prezzo, spesso si trovano nei mercatini, dove molti le vendono a prezzi stracciati pur di liberarsene.

Un ottimo investimento sono i giocattoli retrò, per meglio dire quelli tipici degli anni ’50, ma anche antecedenti, molto richiesti quelli in latta come trenini o soldatini, anche se al primo posto ci sono i set di costruzioni della Lego.

Non meno apprezzati i fumetti anche quelli dei tempi nostri, basta ricordare che i primi numeri valgono e costano sempre più degli altri, senza considerare quelli con gli errori, sono delle vere e proprie rarità per i collezionisti.

E per finire non potevano mancare i filatelici ed i numismatici alla ricerca del pezzo mancante, sia i francobolli che le monete mostrano un continuo aumento del loro valore, specie se conservati in buon stato o fior di conio non obliterato.

Inoltre ti consigliamo di prestare sempre attenzione alle promozioni online, suggeriamo la guida agli acquisti per questo blackfriday: i risparmi per il blackfriday 2019, sono previsti di oltre il 70% su alcuni oggetti!

Cosa regalare ad un pensionato

Cosa regalare ad un pensionato

Non è sempre facile diventare pensionati . Lasciare un’attività che è stata praticata per anni, non avere più legami sociali o semplicemente annoiarsi, ma prima o poi arriva per tutti il fatidico giorno: si va in pensione! Qualcuno lo avrà sognato a lungo, solo gli innamorati del proprio lavoro, lo temono. I festeggiamenti sono un classico e sono occasioni in cui si usa fare un dono al neopensionato, ma spesso non sappiamo bene cosa regalare. Quale regalo è giusto fare in quest’occasione? Deve essere un dono importante, per cui costoso? O sarà meglio pensare a qualcosa di divertente che rallegri i futuri giorni di libertà? E soprattutto quale cifra si deve spendere?

Che sia un collega o un amico col tempo avrete conosciuto i suoi interessi, e se era sempre li a organizzare le vacanze desideroso di viaggiare, per lui essere in pensione vuol dire finalmente partire in qualsiasi momento! Il regalo può essere o un biglietto aereo (se il costo è elevato, un gruppo di amici o colleghi può dividere la spesa è un dono che esprime gratitudine) , o un viaggio organizzato alla scoperta di luoghi sconosciuti ma con la convenienza di non doveri preoccupare di nulla, godersi il pensionamento è anche questo: niente preoccupazioni. 

Per gli amanti della montagna e del trekking un bel cronografo con altimetro o una macchina fotografica digitale compatta, uno zaino da viaggio, o un comodo rasoio elettrico, saranno doni molto apprezzati.

Cosa regalare per un battesimo

È un onore essere invitati a un evento così importante come il battesimo di un bambino. Ma con una tale occasione sociale formale, arriva anche una certa quantità di ansia. Vuoi comportarti in modo appropriato, e questo include arrivare al battesimo con il regalo giusto. Il denaro è un dono di battesimo piuttosto tradizionale, perché può essere messo da parte e conservato per il futuro del bambino. Quanto dare dipende dalla tua situazione finanziaria e dalla relazione esistente tra e il bambino. 

Quanto ci si aspetta che si doni come regalo di battesimo spesso dipende dalla vicinanza  e dalla personale connessione con il bambino.

Se vuoi essere il suo padrino, potresti aspettarti di dover fare un regalo significativo, dai 300 ai 400 euro, o anche di più se te lo puoi permettere.

Se sei un altro parente stretto, 100 euro potrebbero essere ugualmente accettabili. 

I genitori che ti hanno invitato all’evento sono probabilmente consapevoli della tua situazione finanziaria. Se sei uno studente o comunque una persona che vive con un budget limitato, non si aspetteranno un regalo sontuoso. È perfettamente accettabile dare secondo i propri mezzi, qualunque cifra sarà accolta con gratitudine. Potresti scegliere di dare i soldi in un modo spiritoso, ad esempio versando quanto si può all’interno di un simpatico porcellino salvadanaio che può essere un ricordo per il bambino. 

Se non puoi dare molti soldi considera l’alternativa del regalo. Se hai un’abilità manuale potresti fare qualcosa di speciale. Spesso un regalo fatto a mano  può essere apprezzato per anni e ha un significato che va ben oltre il suo valore monetario. Se acquisti con saggezza, puoi trovare qualcosa di speciale che sarà appropriato senza che ti venga a costare troppo. 

Psicologia: il complesso del figlio unico

Il complesso del figlio unico include il rapporto tra i genitori ed il pargolo, se da un lato i grandi sono super protettivi, come se il piccolo fosse un’estensione di loro, coprendolo di coccole e di tutto ciò che chiede, dall’altra parte c’è il figlio unico abituato sin dal suo arrivo a pretendere tutto, sempre più esigente di ottenere ciò che chiede.

Non c’è molto da stupirsi se al posto dell’amato pargoletto ci si trova di fronte un piccolo dittatore sempre pronto a strillare e richiamare l’attenzione dei grandi quando incontra qualunque difficoltà o quando qualcosa gli viene negato.

Non conosce la gelosia che si può provare verso i fratelli, spesso soffre di egocentrismo con difficoltà reali a relazionarsi con i suoi coetanei o a scendere a compromessi, trasformandosi poi in un adulto poco socievole, in alcuni casi addirittura odioso e presuntuoso.

Avendo come punti di riferimento solo i grandi, va da se che la sua autostima è molto sviluppata, abituato a trattare con loro, cerca naturalmente di imitarli non solo nei gesti, ma anche nel pensiero, non ha alcuna difficoltà ad interagire con loro perché si sente sullo stesso piano.

Neanche per il figlio unico la vita è sempre facile, solitamente lo si reputa eccentrico, viziato e soprattutto mammone, ma questo pregiudizio non sempre corrisponde al vero.

Spesso deve convivere con la solitudine, sviluppando una maggior fragilità sul piano emotivo e nel caso di qualche marachella non può sottrarsi alla punizione facendo ricadere la colpa sugli altri.

Ma anche il figlio unico può crescere serenamente se i genitori favoriscono il più possibile gli incontri ed i giochi con i coetanei, è sicuramente un bene frequentare famiglie che hanno più figli, in modo che possa interagire con altri bambini, e non solo con gli adulti.

Il figlio unico ha bisogno di confrontarsi, di stare a contatto con persone che non gli dicano sempre di si, deve imparare a cavarsela da solo, esprimere liberamente la sua personalità e fare ciò che davvero gli piace invece di quello che interessa di più ai genitori.

Per ulteriori approfondimenti sul tema, vi consigliamo lo studio di psicologia, disponibile anche per consulenze e psicoterapia per il trattamento di:

Depressione
Ansia e attacchi di panico
Fobie e ossessioni-compulsioni
Sessuologia
Alterazionidel comportamento alimentare
Disturbi psicosomatici
Autostima e Crescita personale
Problemi relazionali
Disagio dell’Adolescente

Il dentifricio: informazioni utili

Per una perfetta igiene dentale lo spazzolino da solo non basta, serve anche un dentifricio specifico per il proprio tipo di denti, ovvero per i vari problemi che possono interessare loro.

In commercio è disponibile sotto due principali forme, ovvero come pasta o come gel, generalmente è dotato di micro particelle abrasive per migliorare l’azione di pulizia, rimuovere lo sporco ed i residui di cibo che si depositano sullo smalto ed in modo particolare negli spazi tra dente e dente.

Questa particolare azione serve a lucidare lo smalto evitando la formazione di antiestetiche macchie, oltre ad impedire ai batteri di attaccarsi ai denti e dar origine alla placca dentale, prima causa di infiammazioni gengivali, la pasta dentifricia deve pulire, ma non intaccare lo smalto.

Le tipologie disponibili per ogni esigenza di denti e bocca sono numerose, suddivise in base ai principi specifici che contengono: per i denti sensibili, anti tartaro, contro la placca, per prevenire le carie, oltre a quelli per i denti e le gengive particolarmente sensibili.

L’elemento in comune è la presenza di fluoro per una maggior protezione e per prevenire la formazione di carie, ad evitare l’adesione batterica ci pensano la clorexidina, il benzalconio ed il cetilpiridino cloruto, tutte sostanze presenti in un buon dentifricio.

Quello anti tartaro contenente i pirofosfati riduce la precipitazione dei sali minerali limitando notevolmente la formazione di tartaro intorno al dente.

Coloro che soffrono di denti sensibili , ovvero che avvertono delle dolorose fitte quando ingeriscono particolari cibi o bevande, possono usare quotidianamente un dentifricio specifico per la sensibilità dentinale, poco abrasivo, spesso è consigliabile non procedere con il risciacquo, proprio per conservare quella specie di pellicola protettiva.

C’è poi il dentifricio specifico per lo sbiancamento dentale, certo il risultato non è al pari di quello che si ottiene dal dentista, ma se usato regolarmente almeno le macchie si riducono, si limita la formazione di quelle nuove, ma soprattutto l’igiene del cavo orale è assicurata.

Black Friday un sogno tutto americano

In America il Black Friday, letteralmente venerdì nero, è una vera e propria istituzione, alla quale nessuno sa resistere e che apre la stagione dello shopping natalizio, è fatto apposta per incentivare l’acquisto dei primi regali.

Il quarto giovedì di novembre, ovvero il giorno dopo la tradizionale festa del Ringraziamento, nella grande distribuzione è la giornata degli sconti.

Code chilometriche di persone sono già in fila , fin dalle prime ore del mattino, alcuni i più irriducibili sono accampati davanti alle porte del negozio addirittura dalla sera prima, per avere la certezza di potersi accaparrare il pezzo che interessa, che sicuramente non può permettersi,  e che solo per questo giorno possono ottenerlo anche con lo sconto del 70-80%.

All’apertura delle porte dei negozi la ressa è tanta, un fiume di persone che avanza in una corsa sfrenata, facendosi largo a gomitate e che si avventa sugli stand cercando di conquistare prima degli altri il grande acquisto.

Uomini, donne e bambini di tutte le età e di tutte le razze non esitano a venire alle mani, pur di assicurarsi quello per cui hanno atteso tanto, molte volte oltre ai numerosi contusi si registrano casi di persone travolte e letteralmente calpestate dalla folla.

La convenienza mai come in questo giorno è per tutti, i clienti sono strafelici dei loro acquisti, ed i commercianti dal canto loro pur praticando dei prezzi molto bassi, ottengono un notevole guadagno data l’enorme quantità di merce che riescono a vendere.

Il segreto di tanto entusiasmo e lunghe ore di fila è presto spiegato, è l’immensa quantità e varietà della merce proposta, si va dai capi d’abbigliamento firmati, pelletteria, elettrodomestici e prodotti elettronici delle più svariate marche.

Per ulteriori idee regalo visita: regalini.it.
Se ancora non hai trovato il regalo giusto ti invitiamo a visitare: recensioneprodotti.it.