Perché preoccuparsi delle impermeabilizzazioni: quali sono le conseguenze negative

Le impermeabilizzazioni industriali a Milano hanno lo scopo preciso di impedire il passaggio dell’acqua e dell’umidità. Sono due fattori davvero deleteri che possono causare non pochi danni. Per capire quali sono questi danni provocati da la mancanza di una buona impermeabilizzazione oppure dalla mancata manutenzione periodica di quella esistente, è sufficiente leggere quanto segue in questo breve focus che vuole far luce sull’argomento.

  1. Muffa, funghi e altre formazioni

In primis, le infiltrazioni di acqua provocano muffa, funghi e altri problemi simili all’interno degli edifici. Non è pensabile abitare con chiazze di umidità che provengono dal tetto e formazioni di muffa pericolosa per la salute. Anche in ambito industriale non è pensabile; la muffa può intaccare e rendere insalubre ogni genere di materia prima, semilavorato o prodotto finito, compromettendo l’intera produzione. La muffa è provocata dall’umidità ed è impossibile da mandar via se non si interviene sulla causa primaria, anche se si usano prodotti specifici come quelli a case di cloro e candeggina.

  1. Cedimenti e danni strutturali

Le infiltrazioni di acqua dovute a mancate e inadeguate impermeabilizzazioni industriali a Milano sono anche una possibile causa di danni strutturali all’edificio. L’incassante ma continuo lavoro di erosione dell’acqua provoca dei danni anche ai più solidi dei materiali usati per la costruzione come può esser il cemento armato. L’acqua può provocare distacco di soffitti, intonaco, muri, crepe, solchi e simili che compromettono l’integrità strutturale dell’edifico sia quelli ad uso civile che industriale.

  1. Dispersione termica

Un altro prossime problema che deriva dalla mancata impermeabilizzazione è la dispersione termica. Quando non è previsto un adeguato strato, è impossibile bloccare la fuoriuscita della temperatura dall’interno verso l’esterno, succede sia quando fa caldo che quando fa freddo perché se no vi è una barriera adeguata tra dentro e fuori, c’è passaggio di temperatura impedendo la creazione di un microclima adeguato alla vita, al lavoro, alla conservazione di prodotti e alimenti. Si provocano anche alti consumi degli impianti di riscaldamento e di raffrescamento dell’aria.

Spazzolino da denti elettrico: prestazioni tecniche e accessori

Se in passato lo spazzolino da denti elettrico era considerato un dispositivo praticamente superfluo, oggi si può dire che sia considerato uno standard di riferimento per l’igiene dei denti e che venga consigliato molto spesso dai medici dentisti. Una corretta igiene dei denti permette infatti di preservarli a lungo, non solo per quanto riguarda l’aspetto estetico, sia pure importante, ma anche per evitare il verificarsi di problemi, patologie, infezioni, infiammazioni di vario tipo, carie e lesioni.

Per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze personali, il consiglio è quello di ricorrere a ilMigliorSpazzolinoElettrico.it, un sito interamente dedicato a questo apparecchio, dove è possibile visualizzare non solo i dati tecnici e le caratteristiche dei modelli reperibili sul mercato, ma anche le recensioni di chi li ha già acquistati e utilizzati.

Acquistare il proprio spazzolino elettrico online è la soluzione migliore, poiché offre la possibilità di avere a disposizione una ricca scelta di modelli e, nello stesso tempo, di accedere a importanti e significativi sconti.

Prima di procedere con l’acquisto, si raccomanda di verificare con attenzione le caratteristiche tecniche dello spazzolino: tecnologia, disponibilità di accessori, eventuali programmi preimpostati, facilità di manutenzione ed ergonomia.

È importante scegliere un modello con testine intercambiabili evitando gli spazzolini elettrici molto economici, che spesso sono dotati di testina fissa. Le testine di uno spazzolino da denti elettrico devono essere pulite alla perfezione dopo ogni utilizzo, igienizzate un paio di volte alla settimana seguendo le istruzioni del produttore e sostituite almeno tre o quattro volte l’anno.

La tecnologia di cui si avvale uno spazzolino da denti elettrico

I modelli classici di spazzolino elettrico da denti sono dotati di una testina che segue un movimento rotatorio e oscillatorio al contempo. Le versioni più recenti, che si avvalgono di una tecnologia sonica, aggiungono ai due classici movimenti anche una vibrazione, che può arrivare ad essere molto frequente, e che permette di ottenere una pulizia accurata e profonda.

Attualmente si stanno diffondendo sul mercato anche gli spazzolini dotati di tecnologia ad ultrasuoni, molto simili quindi agli apparecchi utilizzati dagli igienisti dentali professionisti, e che offrono un risultato eccellente, proteggendo la dentatura da ogni rischio di infezione e infiammazione e liberandola da macchie e residui.

La scelta in questo caso dipende essenzialmente dal prezzo, considerando che agli spazzolini da denti elettrici ad ultrasuoni corrisponde una fascia di prezzo piuttosto elevata.

Programmi predefiniti per l’igiene dentale e accessori

La presenza di programmi per l’igiene profonda, per i denti sensibili, per lo sbiancamento e così via, rende lo spazzolino da denti elettrico molto più evoluto e professionale, e soprattutto adatto a tutti, anche ai bambini, a chi non è abituato ad utilizzare un dispositivo elettrico e a chi ha problemi di gengive irritate e denti delicati.

Generalmente non sono presenti accessori particolari, alcuni modelli offrono in dotazione una o due testine di ricambio, oltre alla base di ricarica della batteria.

Da valutare con attenzione è anche il design, non per un fattore puramente estetico, ma per garantire la semplicità di utilizzo e la maneggevolezza.

Rinofiller: quali sono i risultati del trattamento estetico

Il rinofiller è una procedura di cui si sente spesso parlare per correggere i difetti estetici del naso. In questo breve approfondimento è possibile scoprire qualche dettaglio in più sul trattamento, come per esempio il funzionamento, legione in cui si interviene e ovviamente I risultati.

Come funziona il Rinofiller

La tecnica del Rinofiller permette di intervenire sulle zone del naso eliminando i difetti che lo rendono poco armonioso E proporzionato con il resto del corpo. Per farlo si utilizzano dei materiali biocompatibili e che si riassorbono come l’acido ialuronico. Questo consente tanti vantaggi come l’assenza di materiali artificiali che provocano allergie problematiche nel corso del tempo. Ovviamente, questo significa che la durata dell’intervento è limitata a circa due anni.

Su quali zone si interviene

Le zone principali su cui si interviene durante sono principalmente la radice, il dorso e la punta. Quando si lavora sulla radice, lo scopo principale è attenuare la cosiddetta gobba che viene livellata prendendo finalmente il naso più lineare e uniforme. Invece, per quanto riguarda la puntata del naso, il trattamento consente di alzarla leggermente affinché non vada più verso la bocca. Nel momento in cui si lavora sul dorso, chirurgo estetico a riempire gli spazi vuoti dando al naso una forma completa e più armoniosa.

Come avviene il trattamento

Dopo un primo appuntamento in cui si valuta il da farsi, il secondo appuntamento consiste già nell’eseguire la procedura che dura all’incirca mezz’ora. Viene tutto eseguito a livello ambulatoriale. Si applica una crema anestetica E poi si procede con delle Micro iniezioni di acido ialuronico.

Quali sono i risultati

Questo significa che non si utilizza il bisturi, non ci sono incisioni che possono lasciare cicatrici né tanto meno bendaggi o dolori post operatoria. Non sono necessarie particolari operazioni e cure post operatoria si torna velocemente senza attesa alla normalità. Per questo motivo, oggi il rinofiller è una tecnica sempre più utilizzata per correggere i difetti del naso.

Se desideri avere ulteriori approfondimenti, vai su www.rinofillermilano.com

Quali sono gli attrezzi da palestra per allenarsi a casa e creare uno spazio home fitness

Chi ama l’attività fisica e il movimento, sa quanto sia importante la costanza e la regolarità nell’allenamento, anche se spesso frequentare una palestra può comporta qualche problema, soprattutto a chi svolge un lavoro impegnativo o ha una famiglia da seguire.

Fortunatamente, oggi è possibile realizzare direttamente nella propria abitazione uno spazio dedicato esclusivamente all’home fitness, e allestire una sorta di palestra personale, da utilizzare in qualsiasi momento.

Gli attrezzi da palestra per allenarsi a casa sono diversi, con la possibilità per ognuno di scegliere macchine e accessori in modo tale da soddisfare le proprie preferenze e raggiungere determinati obiettivi. In base allo spazio disponibile, si può scegliere tra le classiche macchine per l’allenamento cardiovascolare, come i tapis roulant, le cyclette e le ellittiche, completando poi la palestra privata con una panca dotata di pesi e accessori vari.

È possibile acquistare ottime attrezzature da fitness direttamente online, senza alcuna necessità di uscire di casa, l’importante è prestare attenzione alla qualità dei materiali e delle finiture.

Home fitness: come individuare la postazione ideale

Per allenarsi a casa con gli attrezzi da palestra non è necessario disporre di uno spazio enorme. È sufficiente che il locale scelto permetta di muoversi agevolmente e soprattutto che garantisca la massima sicurezza durante i movimenti, evitando ad esempio terrazzi esposti e soppalchi.

Nel caso di una veranda coperta o di una mansarda si raccomanda prima di tutto di controllare che la struttura sia in grado di reggere il peso dell’attrezzatura scelta. Chi invece dispone di una taverna o di un box e desidera allestirlo per l’home fitness, deve prima di tutto verificare che le condizioni di illuminazione e di areazione siano sufficienti.

È importante la presenza di una o due finestre o di un lucernario, un’ottima circolazione dell’aria, luci ben posizionate e la vicinanza di toilette e doccia. Una volta scelta l’area di riferimento, non resta altro da fare se non decidere come attrezzarla.

Panca multifunzione, pesi e bilancieri

La panca multifunzione è un attrezzo piuttosto ingombrante, per tale ragione, prima di acquistarlo, si consiglia di controllare attentamente le dimensioni del proprio spazio, ed eventualmente scegliere un modello più compatto. Spesso si tratta di un attrezzo modulabile, che può quindi essere integrato con altri accessori oppure mantenuto ad un livello basilare.

Costituito da una struttura dotata di pesi e completata con la presenza di bilancieri, manubri e altri accessori, la panca multifunzione costituisce un elemento irrinunciabile per gli appassionati dell’allenamento funzionale e per chi desidera sviluppare la massa muscolare i maniera proporzionata.

Come per ogni altro strumento da fitness, è importante verificare la qualità del materiale, le finiture e la resistenza dei meccanismi, al fine di ottenere il massimo risultato e di disporre di un attrezzo destinato ad una lunghissima durata nel tempo.

Alla panca multifunzione possono essere abbinati accessori di vario genere, come ulteriori pesi, manubri, meccanismi di sollevamento e così via, per ottenere una struttura adatta ad un allenamento funzionale e personalizzato.

 

I vantaggi nel preferire una doccia rispetto al bagno

Ovviamente, ci sono persone che non possono rinunciare a un bagno caldo mentre altre preferiscono fare una doccia. Si tratta di preferenze personali ma a ben guardare pare che sia preferibile fare una doccia piuttosto che il bagno nella vasca. Se sei curiosa di capire il perché, continua a leggere quanto segue.

Ridurre i consumi di acqua calda

La doccia è preferibile rispetto al bagno perché aiuta a ridurre i consumi di acqua calda. Questo significa che se sei alla ricerca di un metodo per abbassare i costi relativi alla bolletta del gas, non devi far altro che preferire la doccia perché sono necessari molti metri cubi di acqua calda per riempire una vasca da bagno. Sei non hai una doccia, ti basta installare una tenda nella vasca da bagno per utilizzarla in maniera diversa, soprattutto durante i giorni della settimana.

Meno ingombrante della vasca

Il bello di una cabina doccia la possibilità di installarla anche nei bagni di metratura più ridotta. Infatti, una soluzione salvaspazio. Molti riescono a ricavare maggiore spazio in bagno installando un box doccia al posto della vecchia vasca da bagno.

Ideale per tutta la famiglia

Un box doccia è la soluzione più conveniente perché si adatta alle esigenze di tutti i membri della famiglia. A ben guardare, è molto utile alle famiglie con bambini grazie al doccino che si regola in altezza. In realtà, la soluzione più consigliata anche agli anziani che invece non dovrebbero mai utilizzare la vasca da bagno. Questo perché per entrare e uscire dalla vasca devono scavalcare il bordo E mettersi quindi in una posizione di biblioteca cui facile capire e farsi male alle articolazioni delle gambe.

Se dovessi avere problemi di interrogazione dell’acqua calda, facilmente non si tratta del sistema idraulico ma piuttosto di un guasto della caldaia. Se non esce acqua calda dal rubinetto oppure impiega molto tempo per riscaldarsi, è molto probabile che il malfunzionamento riguardi proprio la pressione della caldaia. Infatti, dovresti chiamare Il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Riello Roma che verifica un problema di pressione insufficiente.

 

Perché tradurre il proprio sito web è indispensabile per il successo aziendale

Al giorno d’oggi, la maggior parte delle imprese lavora in un contesto multilingue e internazionale. Per questo, coloro che esportano prodotti all’estero devono avere una buona conoscenza delle lingue parlate dai propri soci e dai propri clienti. Tuttavia, spesso chi desidera entrare in affari con una ditta o un’azienda non si limita a contattarne i dirigenti, ma svolge un’indagine preventiva sulle sue potenzialità e le sue attuali funzionalità. In questo contesto, la prima cosa che viene esaminata è la presenza di un sito web. Nel caso questo esista, sia i potenziali soci che i possibili clienti vi faranno una visita prima di decidere come impiegare i propri soldi. Dunque, è a dir poco fondamentale che il sito si rivolga ad un bacino di utenti internazionale e multilingue.
Comunque, nonostante sia necessario, tradurre il sito web dell’azienda può non essere così semplice, per questo è importante affidarsi a dei professionisti. Se non sapete come e dove trovarli, potete avvalervi dell’ agenzia di traduzione di cui si parla qui.

Non solo traduzione: l’importanza della localizzazione di un sito

Come abbiamo detto, la traduzione di un sito web aziendale è molto importante per poter varcare i confini nazionali e raggiungere clienti e soci al di là dei confini geografici e delle barriere linguistiche. Tuttavia, in alcune circostanze, il processo di traduzione può non essere sufficiente. Per questo, deve subentrare la localizzazione del sito web. Di che cosa si tratta?
In parole semplici, si tratta di un procedimento, che viene eseguito da traduttori esperti attraverso il quale il contenuto di un sito viene adattato alla cultura degli utenti di riferimento. Ciò significa che non ci si limita a tradurre i vocaboli, ma si effettua un lavoro di adattamento dei contenuti. Questo lavoro potrebbe comportare l’inserimento di esempi diversi da quelli utilizzati nella lingua d’origine del sito, così come l’aggiunta di frasi colloquiali che non sono presenti in tutti gli idiomi. La localizzazione, sebbene possa sembrare un processo superfluo e poco utile, in realtà, è molto importante poiché permette a chiunque visiti il sito di comprendere che ciò che propone è realizzato a misura dell’utente e che ha ottime possibilità di guadagno e diffusione.

Traduzione e SEO: attenzione all’ottimizzazione del testo

Un sito web è molto diverso da un testo cartaceo e risponde ad esigenze diverse da quello di questo. Infatti, quando si crea un sito web si presta particolare attenzione alla questione del posizionamento su Internet e all’ottimizzazione Seo. Durante la traduzione, è possibile che le frasi e le parole chiave da utilizzare non siano esattamente le stesse che nella lingua originale; inoltre, la diversa disposizione degli elementi in una frase potrebbe rendere più difficile il rispetto delle keyword. Cosa fare perché il posizionamento del sito non subisca perdite? È importante affidarsi all’operato di veri traduttori esperti in Seo, altrimenti si corre il rischio di spendere soldi per far tradurre un sito che nessuno visionerà. Li trovate al link nel primo paragrafo.

I migliori cibi con Omega 3 per un vegano

Alimenti ricchi di omega 3 per avere una dieta vegana sana ed equilibrata.

Tutti conoscono l’importanza di consumare acidi omega 3 nella nostra dieta quotidiana poiché purtroppo sono grassi essenziali che il nostro corpo non può produrre, quindi dobbiamo incorporarli nelle nostre abitudini alimentari per prevenire molteplici malattie come l’Alzheimer e il Parkinson o per migliorare il corretto funzionamento del nostro cuore, cervello e occhi.

Seguendo una dieta vegana ordinata possiamo consumare cibi ricchi di omega 3 totalmente vegani, cibi  che possiamo trovare in qualsiasi supermercato o negozio di quartiere.

Consigliamo di andare in supermercati o negozi che distribuiscono prodotti ecologici e sostenibili. Per questi alimenti viene garantito che sono privi di pesticidi ed erbicidi e prodotti con sane abitudini durante tutta la fase della loro fabbricazione o produzione e senza alcun tipo di abuso animale.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, una persona ha bisogno di un minimo di 250 mg al giorno di acidi omega 3, che devono essere incorporati nel nostro corpo attraverso cibi sani ricchi di omega 3 o attraverso integratori vegani di Omega 3 che esistono sul mercato .

I 5 alimenti più ricchi di omega 3 totalmente vegani

Qui vi lasciamo un elenco di cibi vegani ricchi di omega 3 che sono molto facili da incorporare in una buona dieta vegana (in questo articolo un confronto tra dieta vegana, mediterranea e flessibile), anche se ce ne sono molti altri che scopriremo più avanti nell’articolo.

  • L’olio d’oliva è per eccellenza il prodotto più consumato nella dieta mediterranea, vegana o no, e sebbene non sia l’elemento che contiene più omega 3, contiene 8,3 grammi di Omega 3 per 100 grammi di prodotto. Il suo utilizzo nelle nostre insalate o nelle ricette di pasticceria come biscotti e torte, è sufficiente per aiutarci a coprire la quantità di Omega 3 necessaria al giorno.
  • Le olive, che sono la materia prima dell’olio d’oliva, hanno un elevato contenuto di omega 3 oltre a tante altre proprietà come omega 6, vitamine A e C, rendendole un alimento 100% vegano molto benefico per la nostra salute e di facile reperibilità. Le troviamo, In qualsiasi negozio, ristorante o bar, e possiamo consumarle come aperitivo per calmare un po’ la nostra fame prima di mangiare.
  • Le noci sono probabilmente la frutta secca con il più alto contenuto di omega 3, e dobbiamo consumarle con la sua pellicina, non con  guscio (corteccia), e l’utilizzo di 7 o 8 noci al giorno ci dà la quantità di Omega 3 necessaria giornalmente. Un’altra varietà è l’olio di noci, che contiene circa 10 grammi di Omega 3 ogni 100 grammi di olio e possiamo usarlo come l’olio d’oliva per i dolci o per condire le insalate.
  • Non possiamo dimenticare che stiamo cercando di seguire una dieta vegana, quindi a colazione possiamo usare il burro di arachidi come sostituto del burro o della margarina che è di origine animale, il suo contenuto di omega 3 è molto simile a quello dell’olio di noci, che è di 10 grammi di Omega 3 per ogni 100 grammi di burro di arachidi.
  • I semi di lino e chia ci offrono un contenuto di omega 3 di 20 grammi per 100 grammi di semi. Il suo alto contenuto di omega 3 significa che solo prendendo un cucchiaino da caffè al giorno di qualsiasi tipo di questi due semi si supera la quantità necessaria di Omega 3 che dobbiamo ingerire quotidianamente
  • Infine, si può parlare della soia, che è l’unico legume che contiene questo tipo di grassi saturi con un contenuto dell’11% in omega 3, possiamo usarlo in più piatti e insalate.

Integratori vegani di omega 3

Forse in alcuni casi sarà difficile per te consumare uno qualsiasi di questi alimenti quotidianamente, e soprattutto per i bambini a cui possono non piacere alcuni cibi.

Ecco perché ti proponiamo di assumere quotidianamente integratori di Omega 3 totalmente vegani, che si presentano sotto forma di capsule, che nella maggior parte dei casi, prenderne una al giorno è più che sufficiente per ottenere la quantità minima necessaria di Omega 3 nel nostro corpo.

Questi integratori alimentari ricchi di omega 3, generalmente derivano da alghe, semi di lino o Chia e altri prodotti ecologici, naturali e totalmente vegani.

Quali sono i tipi di amianto

L’amianto è il prodotto che deriva dall’estrazione mineraria sotto forma di sottili fibre. Vendita utilizzato in passato perché è poco costoso e ricco di punti di forza come la capacità isolante. Si è scoperto che l’amianto è un prodotto molto pericoloso che va rimosso immediatamente proprio perché queste sottili fibre sono cancerogene e una volta inalate sviluppano delle patologie anche i terminali. Nel momento in cui si ritrova dell’amianto, è importante stabilire di quale tipologia si tratta. Per capire quali sono le tipologie, basta continuare a leggere quanto segue in questa breve guida.

Amianto friabile

La prima tipologia di amianto da conoscere meglio È quella in fibre. L’amianto friabile si presenta in una sottile polvere davvero molto pericolosa. La ragione piuttosto facile intuire; le fibre di amianto libere sono molto volatili e quindi si disperdono molto facilmente nell’ambiente. È la tipologia più pericolosa in assoluto che richiede un immediato intervento ma, per fortuna, è meno diffusa e frequente da trovare. I

n genere, era una materia prima processo di lavorazione motivo per cui risulta meno facile da trovare ma pur sempre non impossibile. Nel caso di anche solo il sospetto di amianto friabile, bisogna allontanarsi immediatamente.

Amianto compatto

Quando le sottili fibre di amianto solo contenute all’interno di una matrice, allora si parla di amianto compatto. Una tipologia relativamente meno pericolosa rispetto alla precedente dato che le fibre sono contenute e quindi meno volatili. Tuttavia, bisogna sempre prendere in considerazione lo stato di conservazione del prodotto che con il passare del tempo può deteriorarsi. Infatti, succede che il prodotto subisca l’usura lascia quindi le pericolose fibre cancerogene. Per questa ragione anche nel caso di amianto compatto resta indispensabile intervenire prontamente per evitare problemi e rischi inutili.

Sono esempi tipici di amianto compatto sono le coperture in eternit che sono purtroppo molto diffuse. Altro esempio è il cemento amianto, si tratta di uno prodotto realizzato semplicemente mescolando alleggerendo le fibre di amianto per garantire un maggiore grado di isolamento termico.

Per avere subito ulteriori dettagli, fai click su www.smaltimentoamiantomilano.com

 Integratori alimentari di stagione per il sistema immunitario

Il sistema immunitario è il “guardiano” del nostro benessere. Ha il compito, infatti, di proteggere l’organismo dalle aggressioni esterne (es. virus), perciò è importante mantenerlo il più forte possibile. Alcune condizioni, come lo stress, i cambi di stagione e l’abbassamento delle temperature, possono indebolire le difese immunitarie, rendendo il corpo più vulnerabile all’attacco di agenti patogeni. In questo senso, gli integratori alimentari come Sirt500 possono essere un valido aiuto per sostenere e rinforzare il sistema immunitario, grazie anche all’attivazione delle sirtuine. Gli integratori alimentari sono una possibilità di potenziare la salute, poiché aiutano a mantenere i valori sempre ottimali. Consentono, infatti, di non ammalarsi, ma anche di favorire un decorso minore in caso di malattia e più in generale di vivere meglio.

Gli integratori però non vanno assunti al bisogno, come succede con i farmaci sintomatici, ma in modo continuativo, una volta individuate le necessità insieme a un medico esperto. Esistono poi una serie di supplementi alimentari assolutamente sicuri, in grado di apportare sempre benefici per il sistema immunitario, come la vitamina C, il magnesio, lo zinco e la vitamina C. Con un tipo del genere di integratore le difese immunitarie vengono compensate, e diventa più facile prevenire alcune malattie (es. il raffreddore, la tosse, l’influenza) e quindi di migliorare il funzionamento dell’organismo. Uno degli integratori più efficaci per rafforzare le difese immunitarie è Sirt500. È composto di tre potenti antiossidanti naturali: la polidatina, l’honokiolo e lo pterostilbene. La polidatina è estratta dalle radici della Fallopia japonica, una pianta originaria di Cina e Giappone. È stata definita la molecola gemella del resveratrolo, ma con una marcia in più, merito della più elevata biodisponibilità. Tale composto ha spiccate proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, che la rendono una sorprendente alleata contro lo stress ossidativo, che indebolisce il sistema immunitario e gioca un ruolo importante nella genesi di molte patologie.

Anche l’honokiolo vanta un notevole potere antiossidante ed è estratto dalla corteccia della Magnolia, un albero originario dell’Asia. Questa sostanza inoltre, svolge un’azione calmante sul sistema nervoso centrale, riducendo lo stress, un nemico della salute. Lo stress, infatti, rende il sistema immunitario meno efficace nel combattere le infezioni. Infine lo pterostilbene, che in natura si trova in mirtilli e uva (ma in concentrazioni troppo ridotte perché apporti un qualche beneficio), è simile strutturalmente al resveratrolo, ma ha una maggiore biodisponibilità. Insieme, queste tre molecole, sono in grado rinforzare le difese immunitarie e di agire da scudo contro le infezioni.

I benefici di un bagno caldo: quali sono

Concederti un bagno caldo dopo una lunga settimana di lavoro è quello che ci vuole perché è ricco di benefici a cui magari non hai mai pensato. Molti dopo aver fatto un bagno caldo, si sentono meglio perché ci sono tanti vantaggi nell’immergere uno con acqua calda. Se per disgrazia non Dovesse uscire acqua calda dal rubinetto della vasca da bagno, potrebbe trattarsi di uno problema di pressione della caldaia che il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Milano risolve in un attimo.

Per capire quali sono i benefici collegati al bagno caldo, basta leggere di seguito.

  1. Riduce i dolori articolari

Il calore ha il vantaggio di rilassare i muscoli. Per questa ragione, chi soffre di dolori articolari può trovare il bagno di aiuto. Spesso la causa principale del mal di schiena è legato a uno stato infiammatorio della muscolatura che viene ridotto grazie all’uso dell’acqua calda, senza dover far ricorso a farmaci. Anche dopo l’allenamento fisico, puoi concederti un bagno caldo per rilassare la muscolatura e aiutare il riassorbimento dell’acido lattico.

  1. Garantisce un profondo stato di relax

Ovviamente, il motivo per cui molti amano il bagno caldo riguarda lo stato di relax. Grazie all’acqua calda, il ritmo cardiaco diminuisce E la pressione sanguigna si abbassa. Questo risultato si può ottenere comunque anche con una doccia calda. Per massimizzare l’effetto rilassante, puoi aggiungere all’acqua della vasca qualche goccia di olio essenziale di lavanda.

  1. Libera le vie aeree superiori

Il calore aiuta anche a sciogliere il muco che ostruisce le vie superiori. Se hai un forte raffreddore o anche una tosse grassa che purtroppo sono malattie stagionali frequenti, prova a fare un bagno caldo. L’aggiunta di olio essenziale di eucalipto può essere un ulteriore toccasana.

  1. Combatte l’insonnia

Se soffri di insonnia e hai difficoltà a prendere sonno, può essere di aiuto fare un bagno caldo all’incirca un’oretta prima di coricarti. Sfrutta lo stato di relax tipico dopo un bagno caldo per dormire e riposare meglio.